FORMULA 1

Home FORMULA 1

Addio Forghieri, il più grande degli ing. F1

Se n’è andato il più bravo di tutti. Mauro Forghieri era davvero il numero uno fra gli ingegneri e progettisti di auto da corsa. Non perché le sue Ferrari avessero vinto più titoli mondiali; questo no. Se contiamo rigidamente i campionati vinti, Adrian Newey fra Williams, McLaren e Red Bull per esempio ne ha conquistati almeno una decina, e...

C’è Ferrari e Ferrari. F1 vs HyperCar

Impietoso il confronto fra i due mondi Ferrari cui abbiamo assistito domenica. Da una parte il debutto in pista a Imola fra applausi, ovazioni, oooh di meraviglia e incitamenti della 499P, il prototipo HyperCar che correrà alla 24 Ore di Le Mans 2023. Dall’altra la scialba prestazione della F1-75 di Leclerc e Sainz che al GP Messico ha rimediato...

Red Bull-budget cap: per me è come doping

Multa o squalifica? Chiariamo subito che la vicenda della violazione del budget cap in cui la Red Bull è stata trovata colpevole è comunque una cosa grossa. Perché di tanto o di poco che il team anglo-austriaco abbia sforato i limiti di spesa, comunque in ogni caso ha violato regole precise sul contenimento dei costi che lei stessa aveva...

Ferrari, 5 fatti che smentiscono Binotto

Era la Ferrari che proprio non andava in Ungheria oppure è il team che ha clamorosamente sbagliato la strategia montando a Leclerc gomme hard? Come dire: ha ragione Binotto oppure l’opinione pubblica? Beh, iniziamo a dire che l’opinione pubblica non è fatta soltanto dai soliti facinorosi e dai flamers. Al coro dei criticoni contro la strategia Ferrari si sono unite...

Il sacrificio di Leclerc è scandaloso

C’è l’odore acro dei fattacci di Imola ‘82 nella scelta Ferrari di Silverstone che ha avvantaggiato Sainz e castrato Leclerc. Anche allora, ai tempi di Villeneuve e Pironi, il pilota di punta fu danneggiato dalla indecisione nell’assegnare chiari ordini di squadra ai piloti. Leclerc come Gilles? Sainz come Pironi? Per me il paragone è evidente. È uguale anche il...

Ferrari, è il momento degli ordini di squadra

Quando hai due piloti in prima fila a Montecarlo e perdi la gara non per incidente ma per una strategia sbagliata, vuol dire che hai fallito in pieno come team. La Ferrari ha pagato a Montecarlo la propria eccessiva baldanza. La convinzione che bastasse avere la macchina più forte nel Principato e anche il pilota più veloce per vincere...

Ferrari SF-75, i segreti della F1 2022

È una Ferrari a “tolleranza zero” quella del 2022. A tolleranza zero perché nelle sue forme si intravedono soluzioni tecniche davvero estreme, senza margini di compromesso. Ma a tolleranza zero anche perché stavolta non ci sono scuse: si deve vincere e basta. L’epoca delle attese, del lavoro di sviluppo finalizzato all’anno successivo – il mantra che ci veniva ripetuto...

Ferrari, il trionfo di Leclerc e i retroscena

Leclerc era talmente felice nel corso del suo ultimo vittorioso giro in Bahrain che si è anche tolto  lo sfizio di fare uno scherzetto atroce al team. Che ha fatto balzare il cuore in gola alla squadra quando meno se l'aspettavano. a questa è una curiosità che vi racconto più avanti nell'articolo. Qui voglio spiegarvi perché al di là...

Max-Lewis: poteva finire in altro modo?

Finisce l’era Hamilton, inizi quella Verstappen. Il mondiale F1 si è concluso in modo rocambolesco e anche un po’ artificiale. Sembrava quasi un copione scritto ad arte, come la sceneggiatura di un thriller per come l’incidente che han neutralizzato la gara e riaperto la sfida nel finale sia caduto a fagiuolo quando la corsa si stava addormentando e non...

Verstappen ma quanto sei scorretto?

Scrivo a caldo dopo il GP Arabia Saudita. Mai visto un mondiale così combattuto fino alla fine se non quello mitico del 2007 che vinse Raikkonen. Ma devo dire che in tanti anni da inviato di F1, dove ho visto correre dal vero e battagliare piloti come Senna, Prost, Mansell, Schumacher – e sentire pure a volte le loro...