ULTIMI ARTICOLI

il KO Ferrari-Leclerc: domande e risposte

Nota: ho aggiornato l'articolo dopo che la Ferrari mi ha comunicato di aver riavuto indietro la monoposto dai commissari soltanto alle 18.30 di sabato. Ne parleremo a lungo del caso Leclerc a Montecarlo. Di quella pole fantastica sprecata alla domenica perché la macchina si è rotta nel giro di schieramento pre-gara. Ma qui voglio ricostruire perché la Ferrari non ha...

1 maggio: un video per Senna

Oggi è il 1 maggio. 27 anni dopo la scomparsa di Senna. Ho pensato che il modo migliore per ricordarlo quest'anno fosse quello di andare sul circuito di Imola, in un momento di silenzio e tranquillità, per ripercorrere a piedi i punti della pista che lo hanno visto protagonista. E raccontare tanti episodi della sua vita legata alle varie...

Alboreto, vent’anni dopo

Vent’anni fa e sembra ancora ieri. Era il 25 aprile 2001 quando Michele Alboreto trovò la morte in un incidente durante un collaudo della Audi R8 prototipo di Le Mans in Germania, sulla pista del Lausitzring. Lo stesso circuito dove pochi mesi dopo (a settembre) avvenne il drammatico incidente di Zanardi. Michele era l’impersonificazione perfetta del pilota-gentiluomo. L’ultimo gentleman driver...

Top e flop del GP Bahrain F1 2021

HAMILTON voto 10 Uno non vince 7 titoli mondiali per caso. Proprio nel giorno in cui non aveva più la macchina migliore da sette anni a questa parte, riesce a contenere Verstappen di grinta, cattiveria e precisione. Chi dice che vinceva solo per l’auto, guardi Bottas… Alla fine era così felice che è riuscito pure a dire qualche parola in...

La Ferrari “sfumata”. Analisi della SF21

Ecco la Ferrari SF21. Con più novità grafiche che estetiche, un originale colore rosso amaranto nella parte posteriore e un vistosissimo logo “Mission Winnow” verdefluo sul cofano. Si mostra al mondo buona ultima, una settimana dopo le rivali che si sono svelate fra l’1 e il 3 marzo. Ma c’è un motivo per questo “ritardo”: la Ferrari aveva già...

Giunti, la tragedia che cambiò le corse

Il 10 gennaio 1971, 50 anni fa esatti, moriva Ignazio Giunti. Uno dei più forti piloti automobilistici italiani di quei primi anni ‘70. Un incidente capitato alla 1000 km di Buenos Aires, prima prova del campionato del mondo Marche (come allora si chiamava quello che oggi è il WEC). La Ferrari di Giunti investì a oltre 200 km orari la...