ULTIMI ARTICOLI

Leclerc, Ferrari e la vergogna di sbagliare

I vecchi piloti amano ripetere un insegnamento-chiave per addestrare i più giovani dal sangue bollente: “Un Gran Premio non si vince alla prima curva, però si può perderlo lì”. È quello che ha fatto al GP Stiria Charles Leclerc con il suo maldestro attacco a Vettel nel mucchio di vetture alla staccata della terza curva. Solo sette giorni fa...

Mi ricredo: Leclerc è fortissimo!

Bene ha fatto la Ferrari a investire 9 milioni di dollari per cinque anni, cioé 45 milioni da oggi al 2024, per tenersi stretto super-Leclerc vita natural durante. Soldi davvero ben spesi! La corsa che Charles Leclerc ha disputato in Austria giustifica in pieno l’investimento milionario. Molto spesso i team principal in F1 si comportano come ragionieri di ultimo...

I numeri che spiegano il mal di drag Ferrari

Un indizio preciso del guaio patito dalla Ferrari nelle qualifiche del GP Austria F1 è qui. In questo foglio mi carta. Anche se non è tutto qui il problema. Il foglio in oggetto è la rappresentazione sotto forma di numeri che offre una spiegazione delle disastrose qualifiche del GP Austria dove Vettel è finito soltanto 11° e Leclerc 7°...

Zanardi: “Io mi spezzo ma non mi piego!”

Ho faticato a dormire venerdì sera dopo il tuo incidente. Le immagini della tua tragedia, la handbike rovesciata, il camion con il segno del gesso fatto dai carabinieri lì dove hai impattato contro il predellino… Scene che mi hanno scatenato forti emozioni e fatto ripensare a quei giorni tristi del Lausitizring, 19 anni fa, quando Cesare (Mannucci) mi chiamò...

Giusto o no per Ferrari sacrificare Vettel?

È stata una mossa giusta per la Ferrari sacrificare Vettel per puntare nel futuro tutto su Leclerc? Per qualche verso sì, per altri - secondo me – così facendo il Cavallino si espone a qualche grosso rischio. L’annuncio-choc di martedì 13 maggio era nell’aria. Ormai si era capito che aver proposto uno solo anno di contratto a Seb era...

Il “maggio nero”, Gilles e la Mille Miglia

Nella storia dell’automobilismo viene chiamato il “maggio nero”. Una lunga striscia di lutti nelle corse a due e quattro ruote mai così numerosi come in questo periodo. Abbiamo appena ricordato la tragedia di Senna, il 1 maggio a Imola e già la lista di tragici ricordi diventa infinita. Il 2 maggio 1985 il rallista Attilio Bettega al Tour de...