Il sacrificio di Leclerc è scandaloso

C’è l’odore acro dei fattacci di Imola ‘82 nella scelta Ferrari di Silverstone che ha avvantaggiato Sainz e castrato Leclerc. Anche allora, ai tempi di Villeneuve e Pironi, il pilota di punta fu danneggiato dalla indecisione nell’assegnare chiari ordini di squadra ai piloti. Leclerc come Gilles? Sainz come Pironi? Per me il paragone è evidente. È uguale anche il...

Ferrari, è il momento degli ordini di squadra

Quando hai due piloti in prima fila a Montecarlo e perdi la gara non per incidente ma per una strategia sbagliata, vuol dire che hai fallito in pieno come team. La Ferrari ha pagato a Montecarlo la propria eccessiva baldanza. La convinzione che bastasse avere la macchina più forte nel Principato e anche il pilota più veloce per vincere...

Com’è “L’Aviatore”: il film su Villeneuve

Va in onda stasera, martedì 10 maggio su RAI 2 alle 21.20 il film "L'Aviatore" su Gilles Villeneuve, realizzato dal regista Giangiacomo De Stefano, e prodotto da Sonne Film e K+ in collaborazione con Rai Documentari, che racconta la vita e le imprese del pilota più amato dai tifosi ferraristi. Io l'ho visto in anteprima e consiglio a tutti di...

Villeneuve: 40 anni senza Gilles

Questo articolo su Gilles Villeneuve è apparso due anni fa. Oggi è la ricorrenza della 40 anni dalla morte di Gilles perciò lo ripubblico in sua memoria a beneficio di chi non l'aveva letto. - - - - - - - - - - - «Aspettami, non ci metterò molto». Diceva sempre così Gilles alla moglie Johanna in griglia, dandole un fugace bacio...

Che penso di Valentino Rossi in GT

Sono stato a Imola a seguire il debutto di Valentino Rossi con le quattro ruote in GT. Ho parlato con lui, ho seguito i suoi stint in pista, ho ascoltato la conferenza stampa, sono andato a vederlo guidare nelle curve durante le prove e ho parlato con i suoi avversari. Insomma, mi sono fatto un'idea chiara dal di dentro...

Ferrari SF-75, i segreti della F1 2022

È una Ferrari a “tolleranza zero” quella del 2022. A tolleranza zero perché nelle sue forme si intravedono soluzioni tecniche davvero estreme, senza margini di compromesso. Ma a tolleranza zero anche perché stavolta non ci sono scuse: si deve vincere e basta. L’epoca delle attese, del lavoro di sviluppo finalizzato all’anno successivo – il mantra che ci veniva ripetuto...