Ferrari, perché non serve il “ribaltone”

Come può uscire la Ferrari da questa crisi? Già, proprio la parola crisi che tanto spaventa Binotto. Lui rifiuta di usare quel termine e parla solo di tempesta, di momento difficile. Ma la parola crisi per inquadrare la situazione Ferrari è davvero la più appropriata. Il doppio ritiro di Monza è il peggior risultato di sempre della storia del Cavallino sulla...

Hamilton, leggenda ma non per tutti. Perché?

Hamilton entra nella leggenda con il settimo titolo mondiale vincendo una gara pazza, e ancora qualcuno pensa che non sia un fenomeno?Eppure una gara come il GP Turchia dove non esisteva una superiorità in pista della Mercedes (guardate Bottas dov’è finito!) lui lo ha vinto con 31” di vantaggio e gli altri sono tutti dietro. Ha vinto guidando forte ma...

Russell Bottas Ham: chi ci rimette la faccia?

Russell, Bottas, Hamilton. Chi ha da perdere di più fra questi tre in fatto di prestigio al prossimo GP F1 di Sakhir? La girandola di nomi per trovare un pilota che salisse sulla Mercedes n.44 dopo il forfait di Hamilton lascia più di un interrogativo. Toto Wolff ha preferito il pilota junior Mercedes (e suo pupillo) al terzo pilota...

Io invece difendo Hamilton…

Non se ne può più di leggere offese su Lewis Hamilton. Da quando ha vinto il 91° Gran Premio eguagliando Schumacher, gran parte degli italiani ha scatenato il proprio livore sul web e su facebook per metterne in ombra le capacità. Che vergogna! Le frasi più delicate sono che il suo record non vale nulla, che non è un...

Senna, il mio libro in libreria

Finalmente è uscito! Dal 5 ottobre trovate nelle librerie il mio libro: "Senna, la magia della perfezione". Il lavoro che mi ha impegnato e tenuto un po' lontano da tanti altri impegni durante l'estate. Una piacevole faticaccia ma una gran bella soddisfazione! Scrivere questo libro è stato come compiere un emozionante viaggio nel passato: ho cominciato facendo un lungo brainstorming per...

La leggenda del Mugello e di Kimi

Il Mugello ha esaltato tutti i piloti F1. Con quei suoi saliscendi, le picchiate mozzafiato in discesa, le numerose esse che richiedono una guida ritmica (non devono essere aggredite ma “accompagnate”) è la quintessenza di come dovrebbero essere i circuiti di auto e moto da corsa. Non è un circuito di pianura, non ci sono zone piatte ma è disegnato...